Alle mamme in difficoltà arriva un aiuto da MD

Oggi 13 giugno 2018 il presidente del Gruppo Patrizio Podini ci ha consegnato il maxi assegno per aprire una nuova sede a Napoli Teverola. 20.000€ raccolti nei punti vendita MD, stanno per arrivare là dove servono: alle mamme che ne hanno bisogno. Sono il ricavato della vendita di ben 40.000 azalee avvenuta nei giorni della Festa della Mamma in tutta Italia.

Ora andranno a sostenere il programma “Varcare la Soglia de L’Albero della Vita per l’apertura di una nuova sede della Onlus nel quartiere di Ponticelli a Napoli. Nella città questo programma nazionale di contrasto alla povertà si occupa del sostegno alle madri di famiglia in termini materiali e non, offrendo dai beni alimentari ai supporti socio-educativi, fino ad occuparsi dell’orientamento, della formazione e dell’inserimento al lavoro. Nello specifico i 20.000 Euro raccolti andranno a sostenere 40 famiglie in un anno, per un totale, come beneficiari diretti, di circa 70 adulti e 120 bambini.

Mercoledì 13 giugno, alle 12.00, nel punto vendita MD di Teverola il Presidente del Gruppo MD, cavalier Patrizio Podini, ha consegnato la cifra sotto forma simbolica di un gigantesco assegno. A riceverlo, Daniele Maio, responsabile corporate de L’Albero della Vita.

MD S.p.A., grazie ad una esperienza capillare a stretto contatto con le famiglie italiane e soprattutto del sud, che ha sempre sostenuto anche attraverso un’offerta di prodotti di qualità a prezzi contenuti, – dichiara Podini – ha sentito il dovere di supportare concretamente mamme e figli: l’essenza stessa del futuro della nostra società

Varcare la Soglia sede di Napoli

Per Patrizio Podini un gesto che ha una duplice valenza: da una parte un sostegno diretto alle famiglie, dall’altra un contributo a una Regione che ha dato tanto a questo imprenditore trentino, che ha cominciato proprio in Campania a creare un marchio oggi divenuto il secondo player italiano del settore discount. Non a caso la sede centrale di MD S.p.A. sorge a Gricignano d‘Aversa, in provincia di Caserta.

“Nella nostra ultima campagna di sensibilizzazione sul tema della povertà in Italia, #iodonofiducia, abbiamo voluto sottolineare il ruolo centrale della figura materna nella crescita del bambino” – conferma Ivano Abbruzzi, consigliere della cooperativa sociale L’Albero della Vita. “Sono infatti le madri, nel 90% dei nostri interventi, i nostri interlocutori e sono sempre loro il motore di ripartenza per una famiglia in grave difficoltà. Quando una mamma vive una condizione di disagio, i bambini sono i primi a soffrirne”.

In Campania il volto della povertà ha oramai l’aspetto del disagio familiare diffuso. La tipologia di famiglia più diffusa è quella con coniuge e figli, che rappresenta quasi la metà del totale. I cosiddetti “nuclei spezzati” (vedovanza, separazione legale e divorzio), pesano in particolare sulle donne, molto più fragili a livello occupazionale e su cui in molti casi grava in maniera esclusiva la responsabilità dei figli. Il 29,1% degli intervistati vive in un’abitazione poco adeguata e per l’8,5% lo stato dell’abitazione è addirittura pessimo. I 2/3 delle famiglie vivono con meno di 500 euro al mese e non sono in grado di affrontare alcuna spesa imprevista. Le richieste principali ricevute dai CA riguardano i pacchi viveri (49,5%), sussidi economici per il pagamento bollette (31,9%), un alloggio (17,0%), l’accesso ad empori o market solidali (15,8%), un lavoro (14,2%), l’accesso alla mensa (13,3%) e vestiario (8,2%)*.

*Abstract del Dossier sulle Povertà della Caritas Campania www.caritaspozzuoli.it/2017/11/24/abstract-del-dossier-sulle-poverta-della-caritas-campania/)

2018-06-13T11:15:01+00:0013-06-2018|Categoria Albero della Vita|Tag: , , |