Benvenuto sul sito web di Fondazione L’Albero della Vita onlus.

La tua privacy è per noi molto importante, per questo desideriamo comunicarti le modalità con le quali raccogliamo e usiamo le informazioni che ti riguardano.

Identità e contatti del Titolare del trattamento 

Fondazione L’Albero della Vita Onlus – Via Vittor Pisani 13, 20124 Milano (MI) – (“Fondazione” o “il Titolare”), tel.02 90751517 , e-mail info@alberodellavita.org. 

 

Fonte e finalità del trattamento 

I dati personali conferiti sono raccolti direttamente presso l’interessato e sono trattati per le seguenti finalità: 

  1. eseguire obblighi precontrattuali e contrattuali, e, nella fattispecie, per ricontattare e fornire indicazioni sull’attivazione della donazione  
  1. eseguire attività di marketing diretto con contatti promozionali, informativi e istituzionali sui nostri progetti, eventi divulgativi e istituzionali, iniziative di raccolta fondi, azioni di sensibilizzazione, sondaggi e ricerche  
  1. eseguire elaborazioni statistiche sulle richieste relative alle donazioni. 

 

Modalità del trattamento 

  1. I dati personali sono trattati con modalità prevalentemente elettroniche e sono conservati all’interno del sistema gestionale di Fondazione. Idonee misure di sicurezza sono osservate per prevenire la perdita o alterazione dei dati – anche accidentale – usi illeciti o non corretti ed accessi non autorizzati.  
  1. Per l’esecuzione di attività di marketing diretto di cui al punto 2., “Fonte e finalità del trattamento”, Fondazione utilizza i recapiti di contatto forniti: il numero di telefono conferito sarà utilizzato per dette finalità soltanto previa applicazione delle norme di cui alla legge 05/2018: se iscritto al “Registro Pubblico delle Opposizioni”, il numero di telefono non sarà utilizzato a tali fini, fatto salvo successivo consenso espresso direttamente a Fondazione per tali contatti.   
  1. I contatti di cui al punto 2., “Fonte e finalità del trattamento” potranno avvenire con strumenti di comunicazione tradizionale (es.: telefono con operatore) o elettronica (es.: e-mail) 
  1. Le finalità di cui al punto 3., “Fonte e finalità del trattamento” sono perseguite con elaborazioni elettroniche che separano le informazioni che identificano l’interessato dalle restanti e consistono in report anonimi: l’abbinamento con la persona cui i dati sono riferiti non sarà più ricostruibile. 

 

Base giuridica del trattamento 

  1. per le finalità di cui al punto 1., “Fonte e finalità del trattamento”, la base giuridica è l’art. 6, comma 1, lettera b), GDPR poiché il trattamento è finalizzato a adempiere a obblighi precontrattuali o contrattuali di cui è parte l’interessato. Nella fattispecie, ricontattare per fornire informazioni sull’attivazione della donazione 
  1. per le finalità di cui al punto 2. “Fonte e finalità del trattamento”, la base giuridica è il legittimo interesse (art. 6, comma 1, lettera f), GDPR, considerando C47, GDPR e Opinion 09 aprile 2014, n. 6 del Working Party 29, par. III.3.1.) di Fondazione nel mantenere attivo il rapporto instaurato dalla persona che, con la propria richiesta, ha manifestato gradimento e condivisione delle nostre cause a sostegno dei bambini e delle famiglie. Fondazione informerà, dunque, la persona sulla propria attività e, in particolare, su quali sono i progetti che potrebbero essere finanziati con contributi economici o sulle azioni di sensibilizzazione che si ritiene utile far conoscere per dimostrare il proprio costante impegno nella realizzazione della propria missione; inoltre contatterà la persona per richiedere opinioni sulle proprie attività coinvolgendola in sondaggi e ricerche. Tali contatti permetteranno alla persona di venire a conoscenza di queste opportunità e di decidere, se lo desidera, di aderirvi. Ciò è controbilanciato dalle aspettative della persona a ricevere informazioni che riguardano temi di suo interesse e, pertanto, di suo manifestato gradimento, poiché si è attivata con una richiesta su di un nostro progetto e, dunque, condividendo i nostri principi 
  1. per le finalità di cui al punto 3., “Fonte e finalità del trattamento”, la base giuridica è il legittimo interesse (art. 6, comma 1, lettera f), GDPR, considerando C47, GDPR e Opinion 09 aprile 2014, n. 6 del Working Party 29, par. III.3.1.) di Fondazione per valutare la consistenza delle persone che hanno interesse per le proprie attività istituzionali e vi hanno aderito. Ciò ci permetterà di migliorare, integrare o modificare le modalità e la presentazione di nuove forme di materiale informativo e formativo. 

 

Criteri della raccolta dei dati 

Sono da considerarsi di carattere obbligatorio di conferimento i dati identificativi e di contatto, poiché in loro assenza non potrà essere evasa la richiesta di invio della documentazione di interesse. La necessità di richiedere quali obbligatori i dati suddetti è stata considerata nel rispetto delle prescrizioni di cui all’art. 25, GDPR (“Protezione dei dati fin dalla progettazione e protezione per impostazione predefinita” – “Data Protection by design and by default”), che impongono di valutare previamente le misure tecniche e organizzative adeguate, volte ad attuare in modo efficace i principi di protezione dei dati, quali la minimizzazione, e a integrare nel trattamento le necessarie garanzie al fine di soddisfare i requisiti del GDPR e tutelare i diritti degli interessati. Inoltre, il Titolare ha messo in atto misure tecniche e organizzative adeguate a garantire che siano trattati, per impostazione predefinita, solo i dati personali necessari per la gestione della richiesta. 

 

Responsabili del trattamento, persone autorizzate al trattamento dei dati, autonomi titolari del trattamento 

  1. Le persone autorizzate al trattamento sono preposte alle attività istituzionali, all’area marketing e comunicazione, ai sistemi informativi e di sicurezza dei dati. 
  1. I dati saranno trattati anche dai responsabili del trattamento preposti a servizi connessi alle finalità di cui ai punti 2., 3., “Fonte e finalità del trattamento”.   
  1. I dati saranno trattati in qualità di autonomi titolari del trattamento dai gestori delle connessioni Internet. 
  1. Possono essere comunicati da enti pubblici, magistratura o forze dell’ordine, in caso ciò sia imposto da legge, regolamento o normativa comunitaria, che agiranno in qualità di autonomi titolari del trattamento. 

 

Ambito di comunicazione e diffusione dei dati  

  1. I dati non saranno comunicati a enti, associazioni, società per loro finalità di marketing e/o profilazione. 
  1. I dati potrebbero essere comunicati a forze dell’ordine, alla magistratura o organi di controllo per loro attività istituzionali, su loro espressa richiesta o per far valere o difendere un diritto in sede giudiziaria di Fondazione o di un terzo. 
  1. I dati personali non sono né saranno oggetto di diffusione, fatto salvo il consenso dell’interessato. 

 

Periodo di conservazione dei dati  

  1. per le finalità di cui al punto 1. “Fonte e finalità del trattamento”, i dati saranno conservati fintanto che non è evasa la richiesta che potrebbe comportare più contatti se non risolta subito o se è integrata dall’interessato 
  1. per le finalità di cui al punto 2. “Fonte e finalità del trattamento”, i dati sono conservati per il periodo necessario a mantenere costante il rapporto instaurato con l’interessato ed informarlo sulle nostre attività istituzionali, eventi, iniziative e progetti, campagne di raccolta di fondi, permettendo a Fondazione di proseguire, legittimamente, la propria attività fintanto che si ritiene che la persona condivida i nostri principi. Tale periodo di conservazione sarà interrotto anche nel momento in cui si manifesta la volontà di non ricevere ulteriori informazioni, comunicandolo con le modalità di cui al capitolo “Diritti dell’interessato ai sensi degli artt. 15-22, GDPR” 
  1. per le finalità di cui al punto 3., “Fonte e finalità del trattamento”, i dati personali sono conservati per il periodo necessario alla loro trasformazione in forma anonima. Dopo tale periodo, i dati identificativi non sono più individuabili e non riconducono alla persona e, dunque, non più soggetti alle prescrizioni del GDPR. 

 

Luogo del trattamento e trasferimento dei dati in Paesi extra-UE 

Il trattamento avviene su server di proprietà del Titolare e/o di società terze incaricate e debitamente nominate quali responsabili del trattamento, ubicati all’interno dell’Unione Europea. Resta in ogni caso inteso, ove si rendesse necessario, che il Titolare avrà facoltà di trasferire il trattamento in Paesi extra-UE. In questo caso, si assicura sin d’ora che il trasferimento avverrà in conformità alle disposizioni di legge applicabili (artt. 45, 46, 47 e 49, GDPR). 

 

Diritti degli interessati ai sensi degli artt.15-22, GDPR  

Scrivendo al Titolare del trattamento all’indirizzo postale di Via Vittor Pisani 13, 20124 Milano (MI) o all’e-mail  ____@___ si possono esercitare i diritti di: accesso, rettifica, cancellazione, limitazione del trattamento, portabilità dei dati, opposizione al trattamento per motivi legittimi o per l’invio di comunicazioni di marketing e informazioni istituzionali anche limitatamente ad uno o più strumenti di contatto. In qualsiasi momento, si può richiedere l’elenco completo e aggiornato dei responsabili del trattamento e dei terzi cui i dati possono essere comunicati. 

 

Reclamo all’Autorità di Controllo 

L’interessato ha il diritto di proporre reclamo presso l’Autorità di Controllo, che in Italia è il Garante per la Protezione dei Dati Personali – Piazza Venezia 11, 00187 Roma (RM) – www.garanteprivacy.it, e-mail: protocollo@pec.gpdp.it, utilizzando il modello reperibile all’indirizzo https://www.garanteprivacy.it/web/guest/home/docweb/-/docweb-display/docweb/4535524&zx=e0yn0riezmmw. 

 

Data Protection Officer 

Il Data Protection Officer può essere contattato a dpo@alberodellavita.org per informazioni sul trattamento dei dati.

Diritto di reclamo

Gli interessati che ritengono che il trattamento dei dati personali a loro riferiti avvenga in violazione di quanto previsto dal Regolamento hanno il diritto di proporre reclamo al Garante, come previsto dall’art. 77 del Regolamento stesso, o di adire le opportune sedi giudiziarie (art. 79 del Regolamento).

“Ultimo aggiornamento: 4 ottobre 2022”