Affido Familiare

Affido Familiare2018-09-03T12:24:27+00:00

Descrizione del progetto:

L’affido familiare è un gesto d’amore verso un bambino in difficoltà, per aiutarlo a ricostruirsi una vita felice. L’Albero della Vita aiuta e segue chi decide di intraprendere questo bellissimo percorso.

Se sei una famiglia (coppia sposata o non, con figli o senza, anche un persona singola) che sente di avere il desiderio di fare qualcosa di davvero significativo per arricchirsi e mettersi a disposizione dei bambini e ragazzi in difficoltà, hai mai pensato all’affido familiare?

Scarica il Vademecum dell’Affido Familiare – PDF

Giulia, Michael e Sara sono solo alcuni nomi di bambini che sono stati allontanati dalle loro famiglie, a causa di gravi problematiche che impedivano loro di crescere serenamente e in un ambiente sicuro.

Vedi il calendario dei Percorsi di formazione all’Affido

Sono bambini e ragazzi che hanno diritto di vivere la normalità quotidiana come andare a scuola, tornare in una casa, fare merenda, avere qualcuno che li faccia addormentare e li consoli nei momenti difficili. Si diventa così un punto di riferimento importante per i bambini che hanno bisogno della presenza e della guida dell’adulto, di sviluppare le proprie potenzialità, per diventare grandi. I bambini possono vivere in un’altra famiglia, ma mantenere comunque il legame con i propri genitori, da cui, sarebbe auspicabile, potranno un giorno ritornare.

Cosa è l’affido Familiare

L’affido familiare è un gesto d’amore bellissimo. Attivare un affido familaire vuol dire accogliere un bambino non in pianta stabile (come l’adozione) ma per un periodo. Vuol dire aiutarlo in un percorso di recupero, a superare le difficoltà che ha passato, mentre i genitori naturali lavorano per superare i problemi che li frenano. Al termine del percorso, il bambino torna nella sua famiglia iniziale, ma si crea un legame talmente forte che la famiglia si allarga.

Chi sono i bambini dell’affido familiare

Sono bambini che arrivano da famiglie problematiche, vittime di abusi e maltrattamenti, oppure di grave incuria. Il tribunale ha deciso per il loro bene di allontanarli per un periodo dai genitori naturali. Mentre quest’ultimi lavorano su se stessi per risolvere i loro problemi, i piccoli vengono affidati a una famiglia che li accolga, che mostri loro la bellezza della quotidianità e dell’essere amati e accuditi.

Come aiuta L’Albero della Vita le famiglie affidatarie?

Affido Familiare Albero della Vita Milano

Per sostenere e orientare le famiglie in questo compito, L’Albero della Vita organizza serate di sensibilizzazione, con lo scopo di fornire alla famiglia affidataria adeguate conoscenze in campo sociale, giuridico, psicologico; sostiene la creazione di reti familiari, che permettono ai nuclei affidatari di confrontarsi e aiutarsi nella soluzione degli ostacoli e di condividere le proprie esperienze anche con nuove aspiranti famiglie affidatarie; offre l’appoggio di psicologi ed educatori che sostengono la famiglia durante il percorso con strumenti pratici e spazi dedicati.

Il progetto è attivo nelle province Lombarde e limitrofe, con sedi operative a Milano e Pavia.

Scarica il volantino informativo in PDF

Il Progetto Affido ha avviato e sperimentato anche forme peculiari e nuove di Progetti di Affido:

  • Affidi Full time consensuali e giudiziari

Il bambino vive a tutti gli effetti presso l’abitazione della famiglia affidataria, per un tempo medio-lungo, ed è inserito nel contesto sociale: scuole, amicizie, attività…

L’affido è consensuale se è la famiglia di origine che ha chiesto un sostegno alla genitorialità, è giudiziario invece quando è il Tribunale per i Minorenni che dispone il progetto di Affido.

  • Affidi part-time

La famiglia affidataria, in presenza di difficoltà gestionali, ad impegni lavorativi o alla necessità di un miglior supporto educativo, accoglie il bambino soltanto in alcune fasce orarie della giornata (tipicamente nel pomeriggio, finita la scuola), che poi torna a dormire a casa dei suoi genitori. In altri casi l’affido part-time prevede l’ospitalità del bambino in periodi di vacanza scolastica (estive, festività…).

  • Pronta Accoglienza

L’affido in regime di Pronta Accoglienza è una risposta tempestiva a situazioni di emergenza, che necessitano di un collocamento entro poche ore, o pochi giorni. Si rivolge generalmente a bambini molto piccoli, neonati, per cui il calore e l’accudimento individuale che una famiglia può dare è indubbiamente da preferire ad un contesto comunitario. Solitamente si tratta di accoglienze a breve termine, in attesa di una definizione del progetto di vita del bambino.

  • Affido mamma-bambino

La famiglia affidataria accoglie, presso la propria abitazione o in un appartamento attiguo, il bambino insieme alla sua mamma. Si opta per questa soluzione quando la mamma è molto giovane ed ha bisogno lei stessa di un contesto familiare che la guidi e sostenga, o nei casi in cui la relazione tra mamma e bambino non è pregiudizievole e può essere accompagnata e rinforzata, in previsione di un’autonomia.

  • Affido omoculturale

L’accoglienza in affido di un bambino straniero, che nella sua famiglia ha sempre vissuto in un contesto culturale e linguistico diverso da quello italiano, può essere facilitata da affidatari della medesima provenienza, sia nell’integrazione del bambino in un ambiente affine, che nella relazione con i genitori di origine, che possono più facilmente disporsi a collaborare attivamente con il progetto di affido.

  • Affido di MSNA (Minori stranieri non accompagnati)

Il fenomeno della migrazione, a cui assistiamo ormai quotidianamente nei risvolti di emergenza sociale e umanitaria, vede coinvolti moltissimi minorenni, bambini e ragazzi, che certamente necessitano di un intervento diverso, più accogliente ed individuale, di quello riservato agli adulti. L’ospitalità presso la propria famiglia di un Minore Straniero solo (generalmente adolescenti o preadolescenti) offre a questi ragazzi la possibilità di essere accolti affettivamente, di ritrovare condizioni più serene che consentano loro di rielaborare i traumi vissuti, grazie ad un processo di integrazione nella nostra società assai più positivo ed efficace, grazie ad un percorso di accompagnamento all’autonomia che supporta la famiglia, insieme al ragazzo.

Scopri i nuovi Percorsi di Formazione all’Affido

Contattaci per ricevere informazioni sull’Affido Familiare

TELEFONO: 0382/933447 –  CELLULARE: 331/3316525

 Numero verde: 800 500 966 Email: affido@alberodellavita.org

Con la delibera di G.C. n.2126 del 19.10.2012 è proseguita la messa a sistema della intensa collaborazione pubblico- privato sociale, a forte regia del Comune di Milano. Attualmente le Organizzazioni  – raggruppate in un’unica Associazione temporanea d’Impresa detta ATI –  che operano con il Comune di Milano, su preciso e specifico contratto triennale, connettendosi e coordinandosi  con il Servizio Coordinamento Affidi sono:

  • COMIN    capofila
  • L’ALBERO DELLA VITA
  • CBM-IL MELOGRANO
  • COMETA
  • CAF
  • COMUNITA’ NUOVA
  • DIAPASON
  • LA GRANDE CASA
  • TUTTINSIEME
  • SPAZIO APERTO SERVIZI

L’ ATI L’AFFIDO IN CITTA’ è impegnata nel reperimento di affidatari e affidatarie e nel sostegno agli affidi in corso in stretta collaborazione con il Servizio Coordinamento Affidi e con i Servizi territoriali; inoltre le organizzazioni, su richiesta  del Coordinamento Affidi, forniscono un sostegno educativo qualificato, su progettualità specifica del Servizio Sociale Professionale Territoriale, diretto a minore, famiglia di origine, affidatari.

Dettagli dell'intervento:

Paese:

Area di Intervento: