Le Mutilazioni Genitali Femminili (MGF) sono diventate un problema europeo. Si stima che circa 600.000 donne vivano con le conseguenze delle MGF in Europa e che altre 190.000 ragazze e donne siano a rischio di subire questa pratica dannosa. Il progetto CHAT Plus ha l’obiettivo generale di prevenire le mutilazioni genitali femminili in Europa attraverso l’attivazione dei giovani, perché promuovano un cambio di attitudine e un nuovo dialogo sulle MGF.

Il progetto Chat Plus è finanziato dall’ Unione Europea. Le visioni e le opinioni espresse sono tuttavia unicamente quelle dell’autore o degli autori e non riflettono necessariamente quelle dell’Unione Europea o dell’Autorità Garante. Né l’Unione Europea né l’Autorità Garante possono esserne ritenute responsabili.

Clicca qui per scoprire di più!

Indice

 

Scarica il fumetto Just a Doll

 

Come partecipare al progetto CHAT Plus

 

Materiali per Young Change Makers

 

Formazione Irlanda

Il primo training rivolto ai Young Change Makers si è svolto a settembre in Irlanda, organizzato dal partner Akidwa presso la Commissione irlandese per i diritti umani e l’uguaglianza, Dublino.

Durante i tre giorni di training, 21 ragazzi e ragazze hanno partecipato con interesse alle sessioni su mutilazioni genitali femminili e comunicazione del cambiamento; due esperte di genere hanno affrontato la tematica del gender mainstreaming e della violenza di genere, con la partecipazione di un esponente politico e di un’esperta di diritti umani di Akidwa.

Due importanti organizzazioni di dibattito irlandesi, la Hist Debate Society, la più antica società di dibattito del mondo,  e la Solicitors Apprentice Debate Society of Ireland, sono state coinvolte per svolgere i moduli sul dibattito, tenuti dai due vincitori dell’Irish Times Debate, coinvolgendo il gruppo di giovani in un dibattito vertente  sulla domanda “I Paesi che praticano le MGF dovrebbero essere sanzionati?”.

6 febbraio 2024

Gli YCM in Irlanda hanno registrato un podcast pubblicato il 6 febbraio in solidarietà con la Giornata Internazionale della tolleranza zero per le Mutilazioni Genitali Femminili (MGF). Molly Scanlon e Conn Butler, due YCM, hanno ospitato degli ospiti per parlare di FGM. Hanno parlato con Imelda Fitzgerald, una tutor di ostetricia presso l’Ospedale Universitario di Cork, riguardo alle sfide che le sopravvissute alla FGM affrontano durante la gravidanza, il parto e il travaglio. Hanno conversato con Hameedat, una donna migrante che vive in Irlanda e ha raccontato la sua storia personale legata alla MGF, e anche con il sergente Anne McGowan che ha parlato dell’operazione Limelight, una nuova iniziativa condotta dalla polizia negli aeroporti irlandesi per sensibilizzare sulla MGF.

È possibile ascoltare il podcast in inglese QUI

Il 29 gennaio, gli YCM hanno organizzato una mostra d’arte e una competizione per sensibilizzare sul tema della FGM. La mostra si è svolta presso la Galleria Olivier Cornet a Dublino e tutte le opere d’arte sono state realizzate da studenti delle scuole superiori. Le opere d’arte sono state ispirate a temi legati alla MGF.

Gli artisti hanno così avuto l’opportunità di spiegare il loro lavoro durante l’evento.

Formazione Portogallo

Anche il training a Lisbona si è concluso con la partecipazione di 21 YCM!

Formazione Spagna

Il gruppo di YCM in Spagna ha preso parte a un percorso formativo che si è svolto in diverse riunioni tenute nel campus dell’Università Autonoma di Barcellona (UAB) e nella città di Vic, entrambe nel distretto di Barcellona. Le attività formative sono iniziate con un workshop presso il campus il 12 novembre 2023, seguito da un altro workshop a Vic il 10 dicembre e da un piccolo raduno con alcuni studenti dell’UAB che hanno partecipato alla formazione precedente il 18 dicembre.Il percorso formativo si è concluso presso il Centro Civico di Vic con la partecipazione di 18 giovani ragazze e ragazzi ed è stato svolto il 10 febbraio 2024. Il YCM ha avuto l’opportunità di prendere parte alla formazione condotta da Nogay Ndiaye, educatore e insegnante, e Amal Hussein, scienziata politica, entrambi esperti attivisti nella prevenzione della mutilazione genitale femminile (MGF).

Origini del fenomeno delle MGF, Prospettive ed integrazione della dimensione di genere

Origini del fenomeno delle MGF, Prospettive ed integrazione della dimensione di genere – Operatori Sociali nel Dipartimento Migrazioni e nei Centri di supporto alle Vittime – Insegnanti di vario grado.
La formazione si tiene nell’ambito del progetto CHAT Plus, co-finanziato dall’Unione Europea e sviluppato da Fondazione L’Albero della Vita in partnership con 4 Paesi europei

GUARDA QUI LA FORMAZIONE