Caricamento...

Testamento Solidale: domande frequenti sui lasciti

Testamento Solidale: domande frequenti sui lasciti 2018-07-06T12:41:21+00:00

Domande frequenti sui lasciti testamentari

Un lascito testamentario solidale è uno dei gesti più belli verso un bambino bisognoso. Con un lascito a Fondazione L’Albero della Vita puoi garantire un futuro a migliaia di bambini.

Fare testamento è, prima di tutto, un gesto di responsabilità verso i propri cari perché ne tutela i diritti. Ti consente, nel rispetto della legge, di esprimere le tue volontà, di evitare conflitti di famiglia, di salvaguardare i diritti delle persone che ti stanno più a cuore. Fare testamento assicura che le tue volontà siano rispettate può diventare inoltre un gesto di straordinario valore per sostenere una “buona causa”.

Non è mai troppo presto per pensare al futuro dei propri cari e delle persone cui teniamo. L’ideale è fare testamento con calma, quando si è tranquilli, lucidi, sereni e non nei momenti drammatici o tragici della vita. Infatti il testamento si può sempre aggiornare o modificare senza alcuna difficoltà.

Non necessariamente, salvo il caso in cui si intenda fare un testamento “pubblico”. È inoltre opportuno rivolgersi al Notaio quando si desidera una consulenza professionale qualificata in materia testamentaria.

È una persona di fiducia del testatore (scelta anche tra gli eredi o legatari) che vigila affinché le sue ultime volontà siano eseguite esattamente. Anche se non è obbligatorio nominarlo, può essere utile farlo in situazioni patrimoniali complesse.

L’eredità è il complesso dei beni lasciati per successione legittima o testamentaria. Il legato è una disposizione testamentaria con la quale si nomina destinatario (legatario) di un bene o di una rendita una persona, un’associazione o un ente diverso dall’erede.

Sì, il testatore può modificare o revocare le proprie volontà in qualsiasi momento, sia negli aspetti marginali che in quelli sostanziali. È anche possibile sostituire un testamento olografo con uno pubblico.

In tal caso, il patrimonio viene diviso in base alle quote stabilite dal codice civile tra gli eredi legittimari: coniuge, figli, fratelli o ascendenti (se mancano i figli), altri parenti dentro il 6° grado (se sono gli unici eredi).

Spetta loro la “quota indisponibile o legittima” del patrimonio, secondo quanto stabilito dalla legge. Il testatore potrà quindi destinare ad altri soggetti o enti solo la “quota disponibile” del patrimonio.

Sì, può farlo, ma solo nella forma del testamento pubblico: dovrà quindi redigere le proprie volontà davanti a un notaio, alla presenza di due testimoni.

Sì, pur avendo parenti diretti il testatore può destinare una parte o l’intera quota disponibile a persone estranee alla cerchia dei suoi familiari o a favore di enti non profit come Fondazione L’Albero della Vita.

No, poiché gli eredi sono tutelati dalla legge quanto alla loro quota di eredità, che varia a seconda del grado di parentela.

Le disposizioni testamentarie attribuiscono la qualità di erede se comprendono tutti i beni del testatore o una quota di essi. Il legatario è invece il beneficiario di una disposizione testamentaria a titolo particolare, cioè ce attribuisce singoli beni o diritti.

Sì, perché l’eventuale premio non fa parte del patrimonio ereditario, quindi può essere destinato a un’organizzazione non profit come la nostra.

Perché con passione, dedizione e competenza ci dedichiamo ogni giorno a una mission nella quale crediamo profondamente – aiutare un bambino oggi per rendere migliore un adulto domani – attraverso interventi di soccorso e progetti di sviluppo che creano cambiamenti positivi e duraturi nelle condizioni di vita di migliaia di bambini.

I nostri progetti per l’infanzia acquistano sicurezza, continuità e autonomia grazie allo straordinario valore di un lascito, che convertiamo in risultati tangibili, misurabili e duraturi nel tempo.

Testamento solidale – Risponde l’esperto

Barbara DelfiniAvvocato, membro del Consiglio di Amministrazione della Fondazione L’Albero della Vita ed esperta di Diritto Successorio. Per approfondimenti o ulteriori dettagli contatta direttamente la nostra referente.

Acconsento al trattamento dei dati personali leggi l'informativa

Per informazioni scrivici a: lasciti@alberodellavita.orgoppure chiamaci allo 02 90751517